Home

» 

News

 » 

Clown Killer, il successo del momento

03/11/2014

Clown Killer, il successo del momento

Il vero successo del momento è il ritorno dei clown killer, guardato da oltre 32 milioni di persone. Sta riscuotendo molto successo soprattutto in Germania, Francia, Inghilterra e in Italia. Più di 14.000 commenti sotto ogni video, mica male per una candid camera estrema fatta con mezzi casalinghi. Esistono diversi video come questo, tutti cliccatissimi su Youtube, e a produrli è un canale del sito web, Dm Pranks, che è arrivato a 2,5 milioni di iscritti e quasi 200 milioni di visualizzazioni per gli "scherzi horror" a base di agguati notturni a ignari passanti da parte di clown armati di martelli, seghe elettriche o asce.

Un successo planetario con un pauroso effetto collaterale: dalla Francia all'Inghilterra nell'ultimo anno si sono registrati centinaia di casi di emulatori, alcuni dei quali finiti con veri pestaggi e rapine e un allarme sociale in prima pagina sui giornali francesi.

La sorpresa è che dietro la Dm Pranks c'è un ragazzo di Perugia che si è inventato  una delle più cliccate hit della rete. Si chiama Matteo Moroni e in questi giorni è assediato dalla BBC, Canal Plus e Cnn. L'idea a Moroni è venuta guardando altri video in Rete di "esperimenti sociali", un genere ormai diffussimo che ricorda le vecchie candid camera. L'idea dei clown gli è venuta perchè, come è capitato a molti di noi, rimase impressionato dal film It tratto dall'omonimo libro di Stephen King

Nei video Moroni indossa un costume costume da clown, con tanto di maschera col viso deformato in ghigno mostruoso, e si nasconde in un sottopassaggio, una strada deserta, oppure uno di quei grandi garage che di sera sono spesso deserti. Appena passa qualche malcapitato salta fuori r fa qualcosa di stravagante. Accende una motosega, imbraccia un martello, da fuoco ad un liquido infiammabile, cosparge di un liquido che può sembrare benzina un'auto ferma a un distributore automatico deserto, nel cuore della notte.

In qualche video con un martellone spacca la testa ad un manichino, facendo schizzare fuori un liquido simile al sangue che prepara da sè nel garage trasformato in laboratorio e studio di montaggio.

Le reazioni delle vittime sono simili le une alle altre: urla di paura e fuga con alle spalle il clown ghignante.

A volte capita anche che le vittime reagiscono in modo diverso. Qualcuno si arrabbia, ma alla fine capisce la situazione e si fa una sana risata. Ovviamente Moroni si prende la piena responsabilità di creare così tanto spavento nelle vittime, infatti lui stesso dichiara si stare molto attento nello scegliere le vittime. Infatti non scelgono mai anziani o ragazze sole, inoltre affigono un cartello all'inizio della strada in cui avviene l'agguato, nel quale avvertono che ci sono forti campi elettromagnetici che potrebbero disturbare i portatori di pacemaker.

Un rischio che Moroni corre volentieri pur di portare a casa un successo che non è solo gloria passeggera ma denaro. E intato Moroni annuncia che sta per firmare un contratto con un produttore di Hollywood.

 

fonte: Il Giornale

      
Lascia un commento ;-)


 
AIUTACI A MIGLIORARE IL PORTALE.
CONTRIBUISCI ANCHE TU CON UNA DONAZIONE.