Home

» 

Produzioni

 » 

Va Ora in Onda

Va Ora in Onda

voto del pubblico:
immagine:
nº serie: 1
episodi: 13
genere: Programma TV
anno 1^ pubblicazione: 1997
emittente: Rai 1
regia :
testi e sceneggiatura :
attori :
produzione :
VIDEOMUSIC
VideoMusic
     
conduttori :
ospiti :
PUPO
Pupo
     

 Ideato da Carlo ContiGiorgio Panariello e Giancarlo Nicotra e diretto da Paolo Beldì, sulla scia di Su le mani (in onda nell'estate precedente con un formato molto simile), il programma era trasmesso in diretta ogni giovedì sera per 13 puntate, vale a dire per l'intera estate 1997.

La conduzione era affidata a Carlo Conti ed a Luana Colussi, spessissimo interrotti dagli interventi comici di Giorgio Panariello, nelle vesti di numerosi personaggi come la Signora Italia, il Pierre, Mario il bagnino e Simone Power Ranger.

Altri comici che intervenivano all'interno del programma erano VitoSalvatore Ficarra e il duo Toti e Tata.

Partecipava alla trasmissione anche Pupo, collegandosi ogni settimana da una piazza d'Italia, presso un monumento celebre (in realtà il collegamento avveniva dal vicino parco di divertimento Italia in miniatura). La gag si concludeva sempre con Pupo che dedicava una canzone alla città in cui si trovava, tipica di quella regione, per poi intonare la sua "Firenze Santa Maria Novella", salvo nella puntata in "diretta" da Firenze, dove cantò "Gelato al cioccolato".

Nella trasmissione vi era pure un angolo degli "Abbattistamenti", infatti nello studio era collocato un busto di marmo raffigurante Cesare Battisti a cui era però stata messa una parrucca nera al fine di assomigliare a Lucio Battisti e in alcune occasioni i conduttori lanciavano dei servizi con riprese da varie parti d'Italia dove sembrava essere stato avvistato il cantante Lucio Battisti, all'epoca ancora vivo ma ritiratosi dalla vita pubblica ormai da anni. Per rendere ulteriormente omaggio al cantante laziale la trasmissione aveva come ospiti fissi il gruppoRockGalileo ad eseguirne dal vivo i brani più celebri[1].

Il programma era abitualmente preceduto da una gag in cui le varie annunciatrici Rai si confondevano nell'introdurre il programma a causa del titolo, finendo quindi per ripetere numerose volte "Va ora in onda... Va ora in onda".

La trasmissione raggiunse un grande successo, arrivando al 25% di share e toccando punte di 5 milioni di telespettatori.

      
Lascia un commento ;-)


 
AIUTACI A MIGLIORARE IL PORTALE.
CONTRIBUISCI ANCHE TU CON UNA DONAZIONE.